da Elena 0.3 a Elena 0.2 per Elena 0.4

Lo so. Sei stata fortunata. E lo so. Sei stata felice.
Questo è quello che so.
Ma io so, cara Elena 0.2, che ci sono tante cose che non mi hai raccontato.
Non hai parlato molto di certe cose e quelle poche volte che l'hai fatto non ti è servito a molto.
E io lo capisco.
Lascio che le cose restino così. Non mi interessa. Perchè grazie a te sono capace di un silenzio così abissale da non vederne il fondo.
Però oggi ti scrivo questa cosa perchè ho bisogno che Elena 0.4 rilegga questo tra un po' di anni come hai fatto tu su libretti o lettere che mi hai spedito dal passato.
Ti scrivo questo perché ho deciso qualcosa che so mi renderà infelice e renderà infelice anche te. Perché io per la prima volta rendo infelice me stessa con le mie mani e non a causa di qualcosa o qualcuno che non sono io.
Questa è la debolezza di Elena 0.3 e forse è anche colpa di ciò che in quelle lettere e in quegli appunti hai omesso di dirmi.
Ma spero che un giorno Elena 0.4 sia capace di cambiare perché voglio cercare di rompere con lei quel silenzio di cui tu hai avuto disperatamente bisogno.
.
.
Elena 0.3