Non conviene più investire nello sviluppo artistico, nelle storie valide, nei sentimenti


Segnalo questo articolo che mi ha esaltata parecchio.
Ripeto ciò che ho scritto su FB: Bacati ! Non parlo di chi compra, ma parlo proprio di chi vende

Giusto per spiegare un paio di pensieri personali:

- Comprare è una libera scelta e deve rimanere tale
- Una società che vende ha tutte le ragioni nel fare il proprio interesse
- Produrre un fumetto per il puro scopo di vendere non ha senso, persino il nerd più nerd si evolverà nel nerd sapiens sapiens e alla lunga questa abitudine nel fumetto o nel cinema di rimpastare finirà nell'abbassare il livello qualitativo della produzione, degli autori e alla fine resteranno solo manager
- La verità è che mancano proprio le palle. Nel vendere ? No, proprio nel produrre
- I fumettisti non risponderanno perché la Panini potrebbe essere una meta (che meta !) ed è meglio non giocarsi la reputazione
- Il problema è come dice Jackie Treehorn, produttore di video porno nel mio film guida Il Grande Lebowsky, cioè che non conviene più investire nello sviluppo artistico, nelle storie valide, nei sentimenti
- Queste operazioni le ribattezzerei nel seguente modo "OPERAZIONE HELLO KITTY" (senza offesa ad hello kitty, che sia chiaro)